lunedì, 17 giugno 2024 | 16:59

Inps-Gestione PA: servizio di consultazione denunce contributive e versamenti

L'Istituto ha attivato, tra i servizi online, nel Cassetto previdenziale del contribuente, la nuova funzionalità che consente la consultazione dei dati relativi alle posizioni contributive dei datori di lavoro di dipendenti pubblici acquisiti dai modelli 770 (INPS - messaggio 17 giugno 2024 n. 2245)

Newsletter Inquery

Inps-Gestione PA: servizio di consultazione denunce contributive e versamenti

L'Istituto ha attivato, tra i servizi online, nel Cassetto previdenziale del contribuente, la nuova funzionalità che consente la consultazione dei dati relativi alle posizioni contributive dei datori di lavoro di dipendenti pubblici acquisiti dai modelli 770 (INPS - messaggio 17 giugno 2024 n. 2245)

Tramite il Cassetto Previdenziale del Contribuente (CPC) è possibile accedere alla sezione denominata "Servizi GDP", che contiene i servizi per le posizioni contributive dei datori di lavoro di dipendenti pubblici (INPS - circolare 31 marzo 2023 n. 34).

Nell'ambito di tale sezione è stata rilasciata una nuova funzionalità, denominata "Visualizza 770/Circ.38", che permette agli Enti abilitati ai Servizi GDP del Cassetto Previdenziale del Contribuente di visualizzare, attraverso due tipologie di ricerca (ricerca per anno e ricerca per iscritto), i dati delle Denunce inviate per le annualità dal 1996 al 2004 e memorizzate sul sistema.

La nuova funzionalità "Visualizza 770/Circ.38" è accessibile dal menu "Servizi GDP", selezionando la posizione contributiva di interesse dal CPC.

Sono previste due modalità di ricerca dei dati, una che permette di estrarre i dati relativi alle singole annualità e l'altra, in forma libera, che consente di visionare tutte le annualità per le quali sono presenti i dati delle denunce inviate.

Per ogni denuncia sono indicati:

- il numero di dipendenti dichiarati;

- i dati giuridici ed economici esposti per ciascun dipendente;

- eventuali errori che potrebbero avere limitato o bloccato il flusso di informazioni verso le banche dati alimentate dalle denunce.

La ricerca può essere effettuata anche attraverso il codice fiscale del singolo iscritto.

Quest'ultima modalità di ricerca consente di accedere ai dati giuridici ed economici, nonché ad altre informazioni di dettaglio quali, ad esempio, l'avvenuto pensionamento dell'iscritto o l'eventuale trasmissione di denunce sostitutive.

Per la rettifica delle posizioni assicurative di singoli iscritti, l'Amministrazione/Ente può inviare flussi a variazione Uniemens\ListaPosPA, nel rispetto delle istruzioni contenute nell'Allegato n. 1 al messaggio n. 292 del 23 gennaio 2024. In tal caso, le denunce a variazione per i periodi fino al 31 dicembre 2004 devono riportare tutte le informazioni necessarie ad alimentare la posizione assicurativa con riferimento alla singola annualità, dal momento che le denunce a variazione annullano e sostituiscono tutte le informazioni presenti nella banca dati (inclusi eventuali quadri V1, Causale 1, inviati con flusso DMA Entratel).

Qualora, infine, per le annualità in questione, gli importi debbano essere rettificati, in quanto esposti in lire senza l'eliminazione dei tre zeri finali, oppure, per problemi relativi alla conversione lira/euro (ad esempio, importi dichiarati in euro ma esposti in lire e viceversa), l'Amministrazione/Ente può richiedere alla Struttura territoriale competente la sistemazione generalizzata dei dati pervenuti all'Istituto per l'annualità interessata. La richiesta può essere inviata tramite la funzionalità "Comunicazione bidirezionale" presente nel CPC, dopo aver selezionato la posizione contributiva collegata alla Gestione "Pubblici", o con la posta elettronica certificata (PEC).

A tale fine la Struttura territoriale dell'Inps, dopo avere valutato la richiesta, deve interessare la Direzione centrale Entrate e la Direzione centrale Tecnologia, informatica e innovazione per la correzione dei dati.

di Ciro Banco

Fonte Normativa

  • INPS - messaggio 17 giugno 2024 n. 2245