venerdì, 14 giugno 2024 | 14:47

IMU 2024: ultimi giorni per il versamento della prima o unica rata

Il 17 giugno 2024 è l’ultimo giorno a disposizione per provvedere al pagamento della rata di acconto dell’IMU o dell’unica rata, per il periodo d’imposta 2024 (art. 1, co. 761 a 768, L 27 dicembre 2019 n. 160)

Newsletter Inquery

IMU 2024: ultimi giorni per il versamento della prima o unica rata

Il 17 giugno 2024 è l’ultimo giorno a disposizione per provvedere al pagamento della rata di acconto dell’IMU o dell’unica rata, per il periodo d’imposta 2024 (art. 1, co. 761 a 768, L 27 dicembre 2019 n. 160)



Ai sensi dell’art. 1, co. 761 a 768 della Legge di Bilancio 2020, i soggetti passivi IMU devono effettuare il versamento dell’imposta dovuta al Comune per l’anno in corso in due rate, scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre. Resta in ogni caso nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell’imposta complessivamente dovuta in un’unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno.

Il versamento della prima rata è pari all’imposta dovuta per il primo semestre applicando l’aliquota e la detrazione dei 12 mesi dell’anno precedente.

Il versamento della rata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno è eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote risultanti dal prospetto delle aliquote pubblicato nel sito internet del Dipartimento delle finanze del Ministero dell’economia e delle finanze.


Per l’anno 2024, il termine del 16 giugno cade di domenica e pertanto il pagamento della prima o unica rata dell’IMU slitta a lunedì 17 giugno.

Il versamento dell’IMU deve essere effettuato esclusivamente tramite una delle seguenti modalità:

- modello F24;

- bollettino di conto corrente postale con esso compatibile.

A seguito dell’adozione di apposito decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministero dell’interno e con il Ministero per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, sentita la Conferenza Stato-città ed Autonomie locali, il versamento potrà essere effettuato anche utilizzando la piattaforma pagoPA, di cui all'art. 5, DLgs 7 marzo 2005 n. 82.

Il termine del 17 giugno 2024 si rivolge anche agli enti pubblici e privati ai fini del versamento della prima rata dell’anno 2024 e del conguaglio dell’anno 2023.

di Patrizio Petricelli

Fonte Normativa

Approfondimento

Rassegna Stampa