lunedì, 26 febbraio 2024 | 17:11

Artigianato Veneto: contributi per il rinnovo del parco veicoli

Previsto dall’EBAV un contributo per il rinnovo dei veicoli, in favore delle aziende della categoria trasporto merci

Newsletter Inquery

Artigianato Veneto: contributi per il rinnovo del parco veicoli

Previsto dall’EBAV un contributo per il rinnovo dei veicoli, in favore delle aziende della categoria trasporto merci

Informazione estratta dalla Banca Dati Inquery - chiedi informazioni per l'utilizzo

Seguici su:

L’EBAV, Ente Bilaterale dell’Artigianato Veneto, attraverso il servizio A20 offre un contributo sulle spese sostenute nell’anno 2023 per l’acquisto di nuovi veicoli a motore, per la trasformazione di veicoli a motore in alimentazione mista e per l’acquisto di nuove imbarcazioni. Sono escluse dal contributo le spese per rimorchi, costi di allestimento e per la trasformazione in autocarro di autoveicoli ad uso proprio.

Il contributo è riservato alle aziende artigiane della categoria trasporto merci, iscritte e regolarmente versanti ad EBAV.

Per l’acquisto di nuovi veicoli, il contributo viene erogato per autocarri e autoveicoli destinati al trasporto di merci, conformi alle direttive Euro5 o successive, anche alimentati a metano o gpl. Nel libretto di circolazione deve essere indicato N1 o N2. Il contributo previsto è pari a € 1.000 per ciascun veicolo (motrici/autocarri fino a 12 tonnellate).

Per la trasformazione di veicoli a motore in alimentazione mista, sono ammesse le richieste per veicoli di cilindrata a partire 4.000 cc e con motori Euro 0-1-2-3. Il contributo è pari al 50% della spesa sostenuta, con un massimo erogabile di € 1.000.

In caso di acquisto di nuove imbarcazioni da adibire al trasporto delle merci, il contributo è pari a € 1.000 per ciascuna imbarcazione.

La documentazione richiesta a supporto della domanda di contributo include: copia del libretto di circolazione, copia del contratto di leasing (se stipulato) e copia della fatture relative alla spesa sostenuta.

La scadenza per la presentazione della domanda è fissata al 30 aprile 2024.

di Alfonso Della Corte

Informazione estratta dalla Banca Dati Inquery - chiedi informazioni per l'utilizzo